Hai un profilo social? NON FARE questi errori!

I professionisti della ristorazione, oltre a contare sulla bontà delle proprie ricette, hanno ormai la necessità di destreggiarsi anche con i più moderni strumenti di comunicazione. Una corretta gestione dei profili social dedicati alla propria attività, infatti, può aiutare ad entrare in contatto con nuovi clienti, solidificare il rapporto con la clientela affezionata, creare nuove opportunità di collaborazione e rafforzare l’immagine del locale. Sono molti gli esperti di comunicazione che provano a stilare la classica lista di consigli da seguire per creare il profilo social perfetto: purtroppo, però, non esiste una “formula magica” che assicuri il successo di un post o un elevato numero di interazioni. Ogni realtà imprenditoriale, in particolare quelle legate al mondo della ristorazione, necessita di molta attenzione per evitare di pubblicare il post sbagliato… al momento sbagliato. L’agenzia di comunicazione Pallino. di Padova ha raccolto i 5 errori da evitare nella gestione dei social network: una lista “al contrario” con qualche spunto di riflessione per trasformare i profili delle nostre pizzerie in validi alleati ed interagire al meglio con tutto il pubblico potenzialmente interessato ai nostri post.
shutterstock_364363997.jpg

1 – Non pubblicare foto imbarazzanti!

Son bravi tutti a scegliere le immagini giuste: a volte, infatti, è più difficile individuare quelle sbagliate, ovvero le foto che non esaltano a sufficienza la qualità del tuo locale. Se preferisci non ricorrere a fotografi professionisti o graphic designer, questi consigli ti aiuteranno a togliere la patina amatoriale alle tue immagini:
 
  • Scegli il formato corretto. Tieni il cellulare in verticale per le stories, e utilizza la proporzione 4:5 per i post (è uno dei formati predefiniti nella fotocamera del tuo smartphone).
  • Raddrizza le linee verticali e orizzontali. Attiva la griglia per avere delle linee guida da seguire mentre scatti le tue foto, oppure ruota l’immagine in post produzione. Un trucchetto: non centrare la foto sul soggetto protagonista, ma decentrala leggermente per ottenere uno scatto più dinamico e attraente.
  • Scegli la luce giusta. Per scattare foto luminose e calde, utilizza la luce naturale, come ad esempio quella diretta proveniente da una finestra. Evita di scattare di sera o al chiuso, o con luci artificiali: le foto risulterebbero fredde e i colori completamente sballati. Chi mangerebbe una pizza con la mozzarella di colore azzurrino?
  • Definisci il tuo stile. Chiaro o scuro? Tanti dettagli o minimalismo? Studia inquadrature e tagli che ti contraddistinguano. Utilizza una palette di colori che ricordi l’arredamento della tua pizzeria o il tuo logo per mantenere un’uniformità cromatica. Se vuoi utilizzare i filtri, individuane un paio e utilizza solo quelli.
  • Studia la composizione della foto. Inserisci elementi tipici della tua professione, come una forchetta, delle foglie di basilico oppure la mano del pizzaiolo per rendere la foto più calda e umana. Utilizza gli strumenti anche come cornice per inserire all’interno delle scritte, ad esempio per le chiusure stagionali o gli auguri per le occasioni speciali.

2 - Non fare storie, usa le stories!

Le stories di Instagram e Facebook sono uno strumento veloce, colorato e dinamico per raccontare in pochi secondi le caratteristiche della tua pizzeria. Molti ristoratori, però, non lo utilizzano al meglio – oppure non lo utilizzano del tutto. Anche in questo caso, pubblicare stories poco curate potrebbe abbassare la percezione qualitativa del locale. Ecco cosa puoi fare per migliorare la tua esperienza.
 
  • Interagisci con gli altri profili. Cura i rapporti con le persone che ti seguono, ma anche con quelle che segui tu. Ricondividi nelle tue stories i post che più ti piacciono taggando chi li ha creati: magari qualcuno contraccambierà il favore.
  • Usa gli stickers per creare maggiore coinvolgimento. Su Instagram sono disponibili stickers come Luogo, Menziona, Musica, Domande, Emoji, Slider, Sondaggio e Quiz, utili per interagire e chiedere opinioni ai tuoi followers. Ad esempio, puoi renderti disponibile per una sessione di domande/risposte o per chiedere ai tuoi clienti più affezionati di scegliere gli ingredienti principali della tua prossima ricetta.
  • Usa le gif con attenzione. Per ogni periodo dell’anno, utilizza le animazioni corrette: non postare renne natalizie a ferragosto e non pubblicare ombrelloni a Pasqua.
  • Crea composizioni in diagonale. Il formato delle stories è 9:16, e ti consente di avere tanto spazio da sfruttare per le tue foto. Inserisci tanti elementi come la farina, una posata, un canovaccio, tutti ben disposti e puliti ma senza creare troppa confusione. Se vuoi inserire delle scritte, prevedi già lo spazio lasciando dei vuoti nella tua foto.
shutterstock_1970552318.jpg

3 – Non parlare se non hai nulla di interessante da dire!

Questa è una provocazione: sappiamo tutti quanto la vita di un ristoratore sia piena di racconti, aneddoti, scelte e creatività. Per questo non dovrebbero mai mancare gli argomenti per raccontare da diverse prospettive la tua pizzeria attraverso i social network. Ma come puoi accendere l’interesse dei tuoi clienti?
 
  • Scegli gli argomenti. Prendi carta e penna e immagina che il tuo profilo social sia un giornale suddiviso in 4/5 rubriche: cosa ti piacerebbe raccontare alle persone che ti seguono? Le tue ricette stagionali, il menù con migliori pizze, la vita quotidiana di brigata, gli incontri con altri ristoratori, i corsi di aggiornamento professionale (e tutto quello che ti suggerisce la fantasia) possono diventare le rubriche all’interno delle quali inserire i post che scriverai o le foto che scatterai.
  • Crea il tuo piano editoriale. Ora che hai definito le rubriche, prendi un calendario (magari digitale, oppure un bel foglio Excel creato su misura) e suddividi gli argomenti durante i giorni della settimana  del mese. Ad esempio, ogni lunedì potresti raccontare cos’hai acquistato al mercato, ogni mercoledì pubblicare la foto di una pizza particolare e al venerdì un selfie divertente dei pizzaioli. Con il calendario davanti agli occhi, sarà più facile ricordarsi di creare i giusti contenuti al momento giusto, evitando allo stesso tempo di essere ripetitivi.

4 – Non tenere per te i tuoi segreti!

Non ti stiamo consigliando di svelare a tutti cosa rende così croccante l’impasto della tua pizza, ma ricordati di non tenere nascoste le particolarità del tuo locale e del tuo menù. Rispondi, semplicemente, a questa domanda: cosa mi rende speciale?
 
  • Parla dei tuoi fornitori. Farine a km 0, ortaggi biologici, ingredienti di stagione: se le ricette che proponi sono così buone, il merito è anche delle scelte che fai ogni giorno. Puoi continuare a fare rete presentando i marchi che hai scelto, le persone di cui ti fidi, e taggando il loro profilo.
  • Cosa bolle in pentola nel tuo locale? Se stai scegliendo il colore delle nuove sedie, se stai installando un nuovo forno o se hai deciso di fare un restyling del tuo marchio, non dimenticare di raccontarlo in anteprima ai tuoi follower.
  • Condividi tutorial e ricette. Dona a tutti un po’ della tua creatività realizzando brevi video o album fotografici dedicati ai tuoi piatti più iconici. Non è necessario raccontare tutto nel dettaglio, ma qualche piccolo consiglio “dietro le quinte” potrebbe ispirare i tuoi clienti a scegliere dal menù una pizza più ricercata e di abbandonare la solita Margherita.
shutterstock_1996100618.jpg

5 – Non essere taccagno!

Per quanto i tuoi post possano essere curati e belli da ammirare, spesso questo non è sufficiente perché raggiungano i follower della tua pagina: è sufficiente investire qualche euro (e un po’ di tempo) per sponsorizzare i contenuti in modo più efficace.
 
  • Qual è il tuo target? Anche se bastano cifre molto basse, devi prestare un po’ di attenzione perché i tuoi post siano visualizzati esclusivamente da chi ne può essere davvero interessato. Attraverso gli strumenti messi a disposizione per il business, ad esempio dalla piattaforma Meta (Facebook, Instagram, Whatsapp, ndr), potrai connetterti con più persone nelle vicinanze, promuovere la tua impresa locale e indirizzare la pubblicità alle persone giuste.
  • Studia, prova e riprova. Perfezionare le campagne non è un lavoro semplice, ma richiede un po’ di studio e di test. Non spaventarti se non arriverai a grandi risultati fin da subito, ma sperimenta modificando il tuo target, il contenuto dei tuoi post e il budget riservato alle sponsorizzazioni. Ricorda che puoi sempre rivolgerti a professionisti che possono aiutarti nella gestione dei tuoi profili in modo ancora più efficace e puntuale.
autore.jpg

a cura di Pallino. - Agenzia di comunicazione

Cicorie, puntarelle ed erbe invernali

Vanta origini millenarie, al punto da già essere nota agli Egizi che ne usavano il...

Pecorino Romano e Pecorino Sardo: identità e caratteristiche

Sono due tra le eccellenze casearie più antiche al mondo, simbolo della tradizione...

Roma, città della pizza

«Un giorno, un industriale Napoletano ebbe un’idea. Sapendo che la pizza è una delle...

WAICO, White Art Italian Companies, amplia la propria offerta prodotti con i forni...

Waico, White Art Italian Companies, è il gruppo nato a inizio 2022 con l’obiettivo di...

Pizza, viaggio al Centro d'Italia

Pizze e focacce, bianche, rosse, farcite, cotte a legna dal fornaio o in pizzeria, in...