PIZZA E PASTA ITALIANA

Dal 1989

PIZZA E PASTA ITALIANA

Dal 1989

Mensile di Pizza, Pasta, Enogastronomia e Cultura

Pizza e Pasta italiana

La rivista nata nel 1989, è la più conosciuta al mondo nel settore specifico e più generalmente nel settore Ristorazione con pizza e Ristorazione classica. Oltre 25 anni di editoria specializzata per operatori del settore. Sfoglia la rivista online: tutto quello che succede nel mondo pizza, e non solo, viene riportato con precisi reportage, rubriche e redazionali.

Editoriale del mese

Pian piano stiamo tornano alla normalità, ma con tutta la prudenza necessaria, cercando di salvaguardare il lavoro e, ancor di più, la salute. Ci sono eventi che capitano una volta al secolo e la pandemia da Covid19 è proprio uno di questi, come la “Spagnola” che ha colpito il pianeta subito dopo la prima guerra mondiale, oltre un secolo fa (tra il 1918 e il 1920) e che ha contagiato circa un miliardo di persone, uccidendone tra i 21 e i 25 milioni. Per fortuna noi oggi abbiamo i vaccini, prodotti in pochissimo tempo, che un secolo fa non esistevano, e abbiamo, almeno nei Paesi sviluppati, un buon servizio sanitario e seguiamo delle regole precise, come il controllo con i tamponi, l’uso delle mascherine, le distanze, i lock down, ecc.

Non dobbiamo dimenticare che questa pandemia, pur in progressivo regresso, non scomparirà, anche per colpa chi non vuole vaccinarsi. I novax, infatti, restano una minaccia per noi e per le popolazioni dei Paesi più poveri dove non si sa se il vaccino arriverà per tutti, per cui ci saranno anche in futuro delle persone capaci di diffondere il contagio.
 
Se è un dovere essere rigorosi nella salvaguardia della salute nostra e altrui, altrettanto importante e, per tutti, poter lavorare, perché resta vero l’antico adagio, ripetuto anche da san Paolo, “chi non lavora non mangia.” Nel vasto mondo della ristorazione la pandemia con le lunghe chiusure dell’attività, ha inferto un duro colpo all’economia di tante famiglie e di tantissimi lavoratori e la sapiente capacità inventiva di molti ristoratori e di molti pizzaioli – come abbiamo visto anche dalle belle interviste realizzate da questa rivista – ha in parte aiutato, ma solo in parte, a superare con minori difficoltà i mesi di lockdown.
 
Ora, pur lentamente e in sicurezza, le attività ristorative si avviano verso la normalità, e sarà una normalità diversa dalla precedente, perché tante cose sono cambiate nell’abitudine delle persone, nell’organizzazione dei ristoranti e delle pizzerie, nelle tipologie del movimento turistico. Ci attendono dunque mesi che richiedono a tutti gli operatori del settore grande attenzione per capire le novità, ma resta vero che i ristoranti e le pizzerie rimarranno importanti punti fermi della cultura famigliare e sociale del nostro Paese, per cui non possiamo che essere ottimisti.  
autore.jpg

di Giampiero Rorato

App Ufficiale della Rivista

La app ufficiale della rivista propone un modo evoluto di interagire con i contenuti accedendo a contenuti multimediali sempre nuovi come video, gallery, schede tecniche e molto altro ancora. Scoprite che mondo sta dietro, o meglio, a lato della rivista!