PIZZA E PASTA ITALIANA

Dal 1989

CAMPIONATO MONDIALE DELLA PIZZA

Ecco le classifiche

PIZZA E PASTA ITALIANA

Dal 1989

CAMPIONATO MONDIALE DELLA PIZZA

Ecco le classifiche

Mensile di Pizza, Pasta, Enogastronomia e Cultura

Pizza e Pasta italiana

La rivista nata nel 1989, è la più conosciuta al mondo nel settore specifico e più generalmente nel settore Ristorazione con pizza e Ristorazione classica. Oltre 25 anni di editoria specializzata per operatori del settore. Sfoglia la rivista online: tutto quello che succede nel mondo pizza, e non solo, viene riportato con precisi reportage, rubriche e redazionali.

Editoriale del mese

Sta per aver inizio una serie di avvenimenti di rilievo internazionale che ci riguardano direttamente, a cominciare dal Campionato Mondiale della Pizza che celebreremo a Parma dal 9 all’11 aprile: La settimana dopo, dal 15 al 18 aprile, ci sarà a Verona il Vinitaly e poi, dal 7 al 10 maggio, sempre a Parma, ci sarà Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione. Tutti questi eventi interessano il mondo della pizza, perché le pizzerie sono da un po’ di tempo luoghi di ristorazione moderni e completi e tutte le grandi manifestazioni riguardanti il mondo dell’alimentazione sono seguite anche dagli uomini della pizza, imprenditori, pizzaioli e da quanti frequentano le scuole per pizzaioli per doverosamente conoscere appieno il proprio settore di lavoro.
 
È tuttavia evidente che per noi e per l’intero settore che in Italia e nel mondo ruota attorno alla pizza, l’evento più importante è il Campionato Mondiale della Pizza, che è ormai vicino a celebrare il suo trentennale. Si pensi: da quasi trent’anni questa rivista riunisce in un evento straordinario pizzaioli da tutto il mondo con una crescita esponenziale di pizzaioli esteri, segno che la nostra manifestazione ha raggiunto grande autorevolezza ed è attesa non solo dai pizzaioli ma dalle industrie che lavorano per le pizzerie e i pizzaioli.
 
E questo è un aspetto fondamentale del Campionato Mondiale della Piazza: non solo gare, molto importanti anche per lo straordinario indotto che offre ai vincitori, perché a Parma c’è l’incontro con moderne e serie aziende agroalimentari funzionali alle necessità dei pizzaioli che esigono alti standard qualitativi per le loro pizze e con le tecnologie più avanzate che rappresentano un supporto fondamentale e indispensabile per ogni pizzeria.
 
Vorrei segnalare ai nostri lettori questo aspetto: in ogni edizione del Campionato Mondiale, che ha scadenza annuale, c’è molto interesse dei pizzaioli per la tecnologia – dagli attrezzi più semplici alle impastatrici, ai forni - avendo compreso che l’essere artigiani non significa lavorare solo con le mani, ma, forti di una professionalità affinata in seri corsi scolastici, si è compreso che la tecnologia è la migliore amica dei pizzaioli, al pari dei prodotti – farine e prodotti per le farce – impiegati quotidianamente. Il valore del Campionato Mondiale della Pizza sta in tutte queste componenti e, tornando a casa da Parma, ogni pizzaiolo si sente ogni anno più ricco e più preparato a continuare con successo la sua attività.
autore.jpg

di Giampiero Rorato