PIZZA E PASTA ITALIANA

Since 1989

PIZZA WORLD CHAMPIONSHIP

Get your free ticket

PIZZA E PASTA ITALIANA

Since 1989

PIZZA WORLD CHAMPIONSHIP

Get your free ticket

Mensile di Pizza, Pasta, Enogastronomia e Cultura

Pizza e Pasta italiana

The magazine born in 1989 is most renown worldwide by professionals and more in general by the food service industry. More than 25 years of specialized publishing business for professionals. Browse through the online magazine – we keep the world’s professionals up-to-date and in touch: trends, products and technology news, in depth studies and surveys and special issues.

Editoriale del mese

Sappiamo tutti che c’è in Italia uno stretto legame tra il turismo e il mondo della ristorazione, con centinaia di miglia di turisti che arrivano ogni anno nel nostro Paese non solo per godere la bontà della cucina italiana, ma anche per imparare la cultura gastronomica italiana. Un esempio concreto lo offre il Campionato Mondiale della Pizza, celebrato annualmente nel nostro Paese, con pizzaioli che arrivano da tutto il mondo non solo per gareggiare, perché quanti arrivano vogliono anche conoscere, visitare pizzerie e ristoranti, confrontarsi, sperimentare e arricchirsi di nuovi saperi.
 
Solo nel settore turistico, come scrive l’ultimo rapporto del World Travel and Tourism Council, in Italia gli occupati diretti nel 2017 sono stati un milione e mezzo (1.490.500) con una tendenza che li porterà in dieci anni a quasi 1.800.000. Se poi aggiungiamo gli occupati indiretti si arriva a quasi 3.400.000, pari al 16,5 per cento degli occupati in Italia. Va poi ricordato – come scrive Gian Antonio Stella (Corsera del 6.2.u.s.) - che quanti lavorano in Italia nel turismo sono dieci volte di più di quanti lavorano nel settore chimico per cui si comprende quanto sia importante per Governo, Parlamento, partiti e sindacati dedicare la massima attenzione a questo settore. Non serve, infatti, ricordare che il turismo internazionale – una delle poche voci attive dell’economia italiana – alimenta e non poco il mondo della gastronomia e della ristorazione, pizzerie comprese. Ci sono turisti che arrivano in Italia quasi solo per il “Tour enogastronomico” e visitano, secondo programmi predefiniti e ben organizzati, i migliori e più rinomati ristoranti italiani e le Cantine più apprezzate a livello internazionale.

Questa rivista, fin dalla sua nascita oltre trent’anni fa, oltre a interessarsi con autorevoli apporti formativi e informativi al mondo della pizza, e ancora al Campionato Mondiale, e ad altre manifestazioni promozionali, continua ad essere presente nelle maggiori fiere internazionali e ha avuto sempre molta attenzione per la gastronomia, la ristorazione in generale e il turismo. In questo mese desideriamo ribadirlo: il turismo è una delle colonne portanti dell’economia italiana; è importante per tutto il mondo della ristorazione, pizza compreso, per cui ci auguriamo che quanti sono preposti alla sua organizzazione, alla formazione del personale e al possibile aumento dei posti di lavoro per tanti giovani, specialmente al Sud, prendano a cuore questo settore, che negli ultimi anni, grazie a intelligenti scelte governative, sta mostrando una interessante vivacità. Come ha scritto Gian Antonio Stella: “Non tener conto delle opportunità che si spalancano con un numero di turisti mondiali sempre più grande sarebbe davvero assurdo...”.
autore.jpg

di Giampiero Rorato